• Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon

©2007 AROMA - TUTTI I DIRITTI RISERVATI



 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Follow Us

Isaac Disraeli descrive in dettaglio come a Parigi si prendeva il caffè, nel 1669, nei salotti di Solimano:

“Inginocchiati gli schiavi neri dell’Ambasciatore, agghindati in abiti bellissimi, servivano alle gran dame caffè di Mocha della qualità migliore, in tazzine di p...

Nel 18° secolo, in Svezia il caffè era considerato un lusso superfluo e un veleno e il suo consumo fu proibito severamente a più riprese. 

In seguito subentrò una graduale liberalizzazione, accompagnata ad un sostanzioso aumento delle tasse. 

Gli Svedesi poterono gustare...

Prospero Alpino (1533 -1617), botanico e medico padovano, descrisse la straordinaria bellezza dei fiori e foglie della pianta del caffè, e per la prima volta citò le virtù terapeutiche della pianta, raccomandandola quale portentoso rimedio per lo stomaco, la milza, l’u...

L’abitudine di consumare il caffè aggiungendo miele o zucchero pare sia dovuta all’Ambasciatore dell’impero Ottomano Soliman Aga, il quale, nella sua splendida casa parigina, alla fine del 1600, era solito servirla anche alle dame dell’aristocrazia Francese, le quali p...

Luigi XV tostava personalmente il suo caffè

Nel 1685 viene creata a Londra la Lloyd’s Coffee House, che diventerà in seguito la più conosciuta compagnia assicurativa di tutti i tempi.

Le prime tracce documentate della coltivazione del caffè risalgono al 1200 circa. 

Infatti, prima di questa epoca il caffè cresceva spontaneo in Etiopia, solo successivamente è stato coltivato, prima nello Yemen e poi, successivamente, in molti altri Paesi dell'area d...

In  linea di massima, il metodo di raccolta manuale detto “picking” viene seguito dalla lavorazione con il metodo ad umido. 
Con tale metodo i chicchi vengono posti in grandi vasche di acqua e cerniti sulla base del loro galleggiamento. 
A seguito della spolp...

Please reload

POST RECENTI
FILTRA PER ARGOMENTI
ARCHIVIO